Daniil Charms. “Disastri”

Un uomo era andato a dormire che era credente, si era svegliato che era ateo.

Per fortuna, nella stanza di quest’uomo c’era una bilancia medica decimale, e quest’uomo era abituato a pesarsi tutti i giorni, mattino e sera. Così, andando a dormire il giorno prima, l’uomo si era pesato e aveva scoperto che pesava 4 pud e 21 funt. E il giorno dopo, al mattino, dopo essersi svegliato che era ateo, l’uomo si era pesato ancora e aveva scoperto che pesava in tutto 4 ud e 13 funt. “Di conseguenza – aveva pensato l’uomo – la mia fede pesava intorno agli 8 funt”. (p. 24)

Daniil Charms, Disastri, Einaudi 2003.

Annunci
3 commenti
    • claemme ha detto:

      Mi fa piacere! Charms è poco conosciuto ma interessante. Ti consiglio la sua traduzione di Paolo Nori!

      • ho avuto l’onore di ascoltare la sua traduzione letta in una bellissima serata. Vorrei approfondirne la conoscenza anche leggendolo in originale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: